Pane al pane! Comunicato stampa AIMPAF 18 febbraio 2015

Comunicato stampa AIMPAF 18 febbraio 2015

Vista la recentissima pubblicazione del   Centro Studi de la medicina fiscale in cui si esaminano i dati relativi alla malattia nel   comparto della Scuola, l’AIMPAF (Associazione Italiana Medicina Previdenziale Assistenziale Fiscale)  sottolinea che i dati, assolutamente nuovi e mai pubblicati prima, confermano il trend di costante ascesa  del numero di certificati di malattia in questo delicato settore pubblico.  Rimandando all’articolo per una analisi più puntuale e ricca di sorprese, l’Aimpaf ribadisce  il forte significato di deterrenza svolto da un efficace  servizio di medicina Fiscale, come quello svolto per il settore privato da parte dei medici fiscali operanti per l’Inps.  Tale servizio si conferma indispensabile per l’economia del nostro Paese:  per controllare 3 milioni di dipendenti pubblici alle Regioni si sono erogati ben 70 milioni  e al  solo Miur altri 27 milioni , mentre per i 12 milioni di lavoratori privati  l’Inps ha speso solo 50 milioni nel 2012. L’efficacia del servizio si misura dalla percentuale di assenteismo per malattia: intorno al 2% nel privato, almeno il quadruplo nel pubblico.
A seguito delle varie incongruenze di una tale disordinata e dispendiosa gestione il Governo  ha ora  in votazione al Senato la assegnazione dei controlli di malattia esclusivamente  in capo all’INPS , ente che dispone di adeguate  strutture organizzative e di una classe medica rodata, operativa da anni sul territorio con eccellenti risultati nel comparto privato.
L’Aimpaf sostiene con forza la riorganizzazione del settore controlli di malattia in un’ottica di efficienza e appropriato uso delle risorse pubbliche.