Volare alto ! splendida conferma dalla NIDIL CGIL

Con lettera ufficiale pervenuta oggi , la NIDIL CGIL conferma, per bocca della sua prestigiosa rappresentante dottoressa Rossella Ceramelli, quanto già esposto dall’amico Mauro Cavoli qualche giorno fa. Vale a dire che la Nidil Cgil sostiene con forza la  terzietà della figura del medico fiscale.

Mauro Cavoli infatti scriveva: “al fine anche di mantenere la terzieta’ del medico fiscale e in alternativa al reclutamento dei sanitari tramite un avviso unilaterale del committente con tutti i problemi che tale ipotesi determinerebbe, era stata trasmessa, ad inizio anno, a tutti i rappresentanti dei medici fiscali presenti alla riunione del 4 ottobre 2014, una proposta che prende in esame la evoluzione della disciplina vigente introducendo il carico di lavoro blindato uniforme su tutto il territorio a compensazione con la disponibilita’ oraria.”

Ora la dottoressa Ceramelli ribadisce il concetto: “quanto scritto da Mauro …e’ effettivamente stato anche oggetto di confronto con altre sigle nell’ incontro del 4/10 in cui e’ stata consegnata, da parte di Nidil Cgil,una bozza di proposta ( già  per altro inoltrata precedentemente per mail) che andava a trattare tale delicata questione.”

Un plauso e un grande grazie alla NIDIL CGIL da parte dei Medici Fiscali: finalmente un sindacato che parla chiaro e che sta dalla parte dei lavoratori in questo delicato snodo della nostra vita professionale. Come AIMPAF vogliamo esprimere tutto il nostro appoggio alla NIDIL CGIL  e al suo progetto perché si alzi forte e chiara in questi giorni la voce di tutti i colleghi, contro i tentativi di abolizione della categoria e di sua trasformazione in una fantomatica figura di medico polivalente che nulla avrebbe a che fare con la medicina fiscale.

Avevamo bisogno che il sindacato più rappresentativo nella storia italiana contribuisse a scrivere anche questa pagina di storia della medicina fiscale e della tutela dei lavoratori in questo Paese. Volevamo che il sindacato Nidil Cgil assumesse anche per noi quel ruolo di guida che sempre ha ricoperto nei decenni di storia repubblicana: ci sentiamo di seguirlo con fiducia  su questa strada . Un grande grazie a Rossella e Mauro !